Questo sito contribuisce alla audience di

Antipasti e snack

paneburroezucchero

/5

Gazpacho

Dire gazpacho significa dire Spagna! Il gazpacho è un piatto tipico spagnolo, che consiste in una zuppa fredda a base di ortaggi e verdure crude anche se alcune varianti prevedono l'utilizzo delle verdure cotte.

La Spagna come abbiamo già detto è la sua terra d'origine, in modo più specifico questo piatto ha origine andaluse. L'Andalusia è una regione che si trova nella parte meridionale della Spagna ed è, tra l'altro, anche patria del flamenco.

Il gazpacho si serve come aperitivo o antipasto soprattutto d'estate perché è molto fresco e per renderlo ancora più rinfrescante, si usa servirlo con cubetti di ghiaccio al suo interno.

La ricetta originale forse non esiste nel senso che ognuno l'ha modificata a proprio piacimento, di certo cetrioli, aglio, cipolla e peperoni la fanno da padrone, ma la base si presta a numerose varianti. Benché oggi sia servito come una sorta di mangia e bevi nei localini alla moda, il gazpacho affonda le sue origini nella tradizione contadina. I contadini e i pastori, infatti, lo portavano a lavoro d'estate perché il cetriolo e il peperone dava loro molta freschezza e lo consumavano durante le pause del lavoro. Assaporarlo con gli amici magari d'estate sarà come fare un piccolo viaggio in quella terra! Vamos! E se volete realizzare una serata a tema, provate anche la nostra paella

Gazpacho

Dosi & Ingredienti

  • Pomodori maturi - 6
  • Cetrioli 1
  • Cipolle ½
  • Peperoni rossi 1
  • Spicchio di aglio 1
  • Salsa Tabasco qualche goccia - q.b.
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Attrezzature

  • Frullatore

Preparazione

  • 1

    Per realizzare il gazpacho come prima cosa dovrete occuparvi di lavare e pulire molto bene tutti gli ingredienti, quindi li taglierete a pezzetti per trasferirli nel frullatore seguendo un ordine preciso.

    Partite frullando i pomodori e il cetriolo.

    Gazpacho
  • 2

    Dopo aggiungete la cipolla.

    Gazpacho
  • 3

    Quindi passate al peperone.

    Gazpacho
  • 4

    A questo punto potete aggiungere secondo le quantità indicate: l'aglio, il tabasco, un filo di olio, sale e pepe.

    Gazpacho
  • 5

    Ora procedete e a frullare molto bene fino ad avere una crema spumosa.

    Trasferite in una ciotola con qualche cubetto di ghiaccio che renderà il tutto ancora più piacevole.

    Guarnite, se volete, con poca cipolla, qualche fettina di cetriolo e foglie di basilico.

    Gazpacho Gazpacho

Consiglio

  • Mi è avanzato del gazpacho, posso finirlo domani?

    Sì, mettilo in un contenitore con chiusura ermetica in frigorifero e consumalo entro due giorni.

    Posso congelarlo?

    No, ti sconsiglio il congelamento.

    Posso prepararlo un po' in anticipo?

    Sì puoi prepararlo e lasciarlo in frigorifero per qualche ora. Sarà ancora più saporito.

    Come posso servirlo?

    Puoi versarlo in coppe e aggiungere crostini di pane.

Ricette su Gazpacho

Gazpacho verde con astice

Gazpacho verde con astice

Quella che vi presentiamo in questa ricetta è una variante molto raffinata ed elegante della ricetta base del gazpacho. Facile da fare ma ovviemente di grande impatto, questa versione vi farà fare una straordinaria figura con i vostri ospiti. Il gazpacho è una zuppa che si gusta fredda, nata in Spagna nella regione dell'Andalusia.

L'Andalusia è una splendida regione a sud della Spagna che oltre a vantare i natali del Flamenco, ha dato origine a numerosi piatti fantastici, proprio come questo.

La preparazione di questa zuppa fredda a base di cetriolo, cipolla e peperone prevede numerose aggiunte come in questa ricetta dove si propone una colorazione verde e un tocco di raffinatezza data dall'astice.

Nata come ricetta contadina oggi si è diffusa a macchia d'olio in tutta Europa, diventando un antipasto o un aperitivo molto famoso.

Di certo é una ricetta molto antica, veniva infatta preparata e consumata dai lavoratori agricoli che preparavano questa sorta di cocktail rinfrescante che bevevano poi durante le pause nei giorni più caldi dell'estate. La presenza di cetriolo e peperone infatti rende questa pietanza molto rinfrescante e adatta alle sere d'estate in cui magari si invitano gli amici a cena. Se avete voglia di organizzare una cena in stile spagnolo non perdete l'occasione di preparare una deliziosa tortillas di patate.

Dosi & Ingredienti
  • Dosi per 4 persone
  • Difficoltà media
  • Preparazione 40 min
  • Cottura 30 min
  • Costo elevato
  • Reperibilità Alimenti media
  • Note: + 4 ore di riposo
  • AGGIUNGI AL TUO RICETTARIO
  • Astice 1
  • Pomodori verdi 500 gr
  • Sedano 150 gr
  • Peperoni verdi 150 gr
  • Cetrioli 150 gr
  • Pancarrè 15 fette
  • Cipollotti 50 gr
  • Aceto di vino bianco 6 cucchiai da tavola
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Pepe bianco q.b.
  • Acqua 2 l
  • Carote 1
  • Cipolle 1
  • Sedano 1 costa
  • Spicchio di aglio 2
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Finocchi ½
  • Aceto di vino bianco 1 cucchiaio da tavola
  • Timo q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Alloro 1 foglia
  • Pepe nero in grani q.b.
  • Attrezzature
  • Colino
Preparazione
  • 1

    Quando volete realizzare la ricetta del gazpacho, preparate tutti gli ingredienti che vi serviranno e lavate accuratamente le verdure quindi sbucciate il cetriolo.

    Gazpacho verde con astice
  • 2

    Fatto questo tagliate le verdure a pezzettini non troppo piccoli  ed aggiungete il pancarrè o del pane raffermo, senza crosta, olio, aceto bianco, salate e pepate. Mettete il tutto in un contenitore in frigo per almeno 2 ore mescolando ogni tanto.

    Gazpacho verde con astice
  • 3

    Passate le 2 ore aggiungete prezzemolo tritato e frullate un po' alla volta.

    Gazpacho verde con astice
  • 4

    Passate in un colino schiacciando bene con un cucchiaio. Rimettete in frigo per altre 2 ore.

    Gazpacho verde con astice Gazpacho verde con astice Gazpacho verde con astice
  • 5

    A questo punto potete concentrarvi sull'astice. Preparate il brodo facendo bollire le verdure mondate, aggiungete poi il vino bianco e l'aceto.

    Gazpacho verde con astice
  • 6

    Prendete l'astice vivo, facendo attenzione, togliete gli elastici dalle chele, aggiungetelo al brodo e fatelo bollire per 10 minuti, chiudete il fuoco e lasciate raffredare l'astice nel brodo di cottura.

    Gazpacho verde con astice
  • 7

    Estraete la polpa dalla coda eliminando il filo nero e dalle chele, conservate il carapace e la testa. Tagliate la polpa a pezzettini.

    Gazpacho verde con astice
  • 8

    Versate la minestra con i pezzi d'astice e servite freddo.

    Gazpacho verde con astice Gazpacho verde con astice Gazpacho verde con astice Gazpacho verde con astice
Note
  • Che vino potrei abbinare a questo piatto?

    Vino consigliato:  PietraINcatenata di Luigi Muffini del 2004

    Potrei utilizzare dei gamberoni al posto dell'astice?

    Sì certo puoi usarli tranquillamente.

    Quanto tempo posso conservare il gazpacho?

    Puoi conservarlo per un paio di giorni al masimo in un contenitore in frigorifero. 

    Posso congelare il gazpacho?

    No, te lo sconsiglio.

    Volendolo fare un po' più denso, come una zuppa come posso fare?

    Puoi aggiungere ulteriore pane in modo che sia più corposo.

     

     

Gazpacho di pomodoro con fragole e menta

Gazpacho di pomodoro con fragole e menta

Il gazpacho è un antipasto o entrata per aperitivo ed è nato in Andalusia, regione della Spagna dove fa molto caldo.

Nasce infatti come pietanza rinfrescante per i contadini che la consumavano d'astate quando facevano una pausa sotto il sole cocente. Gli ingredienti principali della ricetta classica sono di certo i peperoni, i pomodori, i cetrioli e la cipolla, ma da questa base per l'appunto si possono creare numerosissime variazioni! Una molto estrosa e particolare è di certo quella che vi stiamo andando a presentare in questa ricetta.

In questo caso possiamo pensare ad un mangia e bevi tutta salute. Il cetriolo infatti è depurativo, poiché ricco di acqua è considerato uno degli alimenti più rinfrescanti, proprio in quanto depurativo fa benissimo ai reni e aiuta a eliminare le scorie in eccesso. I cetrioli inoltre contengo  provitamina A, le vitamine del complesso B, la vitamina C e hanno grosse quantità di potassio, ferro, calcio, iodio e manganese.  Se a questo aggiungiamo le fragole ricchissime di acqua e vitamina C oltre che a mangiare qualcosa di buono facciamo anche del bene alla nostra salute! Siamo sicuri che questa ricetta vi piacerà e piacerà anche agli ospiti. Proponetela una sera di primavera inoltrata quando i primi caldi cominciano a farsi sentire. Abbinate a questo antipasto altre ricette spagnole come la paella casalinga

Dosi & Ingredienti
  • Pomodori ramati 500 gr
  • Fragole 100 gr
  • Friselle di orzo 2
  • Menta 1 mazzetto
  • Aceto di Jerez 2 cucchiai da tavola
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) ½ bicchieri
  • Spicchio di aglio 1
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
Preparazione
  • 1

    Per preparare il gazpacho con le fragole e menta, per prima  bisogna tagliare a pezzi 500 g di pomodori ramati ben maturi e 100 g di fragole, sistemarli in una ciotola con 2 friselle di farina di orzo sminuzzate, una manciata di menta fresca, 2 cucchiai di aceto di Jerez, mezzo bicchiere di olio, uno spicchio di aglio tritato, sale e pepe.

    Gazpacho di pomodoro con fragole e menta
  • 2

    Coprire a filo con dell'acqua fredda, mescolare e tenere in frigo coperto da pellicola per una notte. Passare nel mixer fino ad ottenere una crema.

    Gazpacho di pomodoro con fragole e menta
  • 3

    Servire ghiacciato in bicchieri alti con guarnizione di fragole e menta e con del pane tostato.

    Gazpacho di pomodoro con fragole e menta
Consigli
  • Da che deriva la parola gazpacho?

    Il termine gazpacho deriva da kasâpu che vuol dire frantumare,rompere, che richiama appunto le verdure e il pane sbriciolati.

    Quando è nato?

    Testimonianze storiche dicono che il gazpacho è nato già nell'età dell'antica Grecia, infatti in alcuni libri si testimoniava una bevanda rinfrescante con verdure, vino e acqua. 

    Ma si può consumare caldo?

    No, perderebbe tutta la sua bontà!

    Posso aggiungere altri tipi di frutta?

    Puoi provare!

     

     

Gazpacho Andaluso

Gazpacho Andaluso

Nella cucina spagnola, il gazpacho è una zuppa fredda a base di verdure crude, molto apprezzata d'estate in regioni calde come l'Andalusia. Ne esistono almeno 60 versioni, alcune molto speziate, in maniera particolare con l'aggiunta di quantità variabili di paprika, e altre meno.

Gli ingredienti principali sono tradizionalmente peperoni, pomodori e cetrioli, arricchiti di volta in volta con erbe aromatiche differenti. Immancabile il pane raffermo, ammorbidito in acqua, che rende cremoso il composto.

 Il gazpacho andaluso è nato in una delle regioni più calde di tutta la Spagna, ed infatti è nata dalla saggezza contadina. I contadini, infatti, la bevevano o la consumavano a seconda della densità che preferivano, per ristorarsi durante le pause tra un lavoro e l'altro.

Tra gli ingredienti principali si annoverano i pomodori, i peperoni, i cetrioli, e la cipolla, ma da questo mix prende vita una quantità incredibile di varianti decisamente gustose! Se seguite un regime alimentare dietetico questa pietanza è decisamente salutare!

Il cetriolo ha una grande azione depurativa, in quanto ricco di acqua è considerato uno degli alimenti più rinfrescanti, e proprio per questa sua caratteristica fa molto bene ai reni aiutandoli a drenare e a liberare le tossine. Contiene numerose vitamine e sali minerali indispensabili per l'organismo. In questo ortaggio infatti troviamo provitamina A, le vitamine del complesso B, la vitamina C e grosse quantità di potassio, ferro, calcio, iodio e manganese.  Abbinando il cetriolo al peperone, ricchissimo in Vitamina C facciamo un cocktail dal gusto esplosivo e dalle qualità nutrizionali eccezionali! È un piatto che si mangia freddo, e se fa tanto caldo lo si può servire con i cubetti di ghiaccio per renderlo ancora più gradevole. Per fare un figurone dopo il gazpacho andaluso potete servire una tortillas di patate cipolle e funghi

Dosi & Ingredienti
  • Pomodori maturi - 800 gr
  • Peperoni verdi anche rossi - 100 gr
  • Cetrioli 60 gr
  • Cipolle ½
  • Spicchio di aglio 1
  • Pane spesse 2 cm - 6 fette
  • Acqua 150 ml
  • Olio extravergine d'oliva (EVO) q.b.
  • Aceto di vino bianco q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
Preparazione
  • 1

    Per realizzare la ricetta del gazpacho andaluso per prima cosa bisogna tagliare a dadini di 2 cm i pomodori dopo aver tolto il picciolo e i semi. Togliere il picciolo e i semi anche dai peperoni, quindi tagliarli a dadini di 2 cm. Sbucciare la cipolla e tagliarla a dadini di 2 cm. Pelare metà del cetriolo e tagliarlo anch'esso a dadini di 2 cm. Sbucciare l'aglio togliendo l'anima e tagliarlo a fettine sottili. Tagliare il pane a cubetti di 2 cm e inzupparlo in 150 ml d'acqua. Aggiungere tutti gli ingredienti tagliati in precedenza nel recipiente col pane. Versare nel recipiente 45 ml di olio di oliva e 15 ml di aceto di vino bianco. Salare e pepare secondo il gusto, poi amalgamare per bene il tutto. Frullare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare la zuppa in un recipiente filtrandola con un colino. Coprire il recipiente con la pellicola e raffreddare in frigorifero. Quando il gazpacho si sarà raffreddato, dividere in porzioni aggiungendo una goccia di olio d'oliva a crudo e del ghiaccio tritato.

    Gazpacho Andaluso
Consigli
  • Come faccio a renderlo più leggero come calorie?

    Puoi utilizzare del pane integrale ricco di fibre e puoi diminuire la quantità di olio. 

    È necessario il riposo in frigorifero?

    Sì perché in questo modo si "mischiano" meglio i sapori.

    È possibile prepararlo in anticipo?

    Sì puoi prepararla la mattina per la sera, e lasciarla in frigorifero.

    Con cosa posso servirlo?

    Si può accompagnare con nachos, patatine, ma anche con crsotini o verdure crude come carote e sedano bianco. Se si vuole fare un piatto unico lo si può servire accanto alle uova. 

    Potrei aggiungere delle carote?

    Ti discosti di parecchio dalla ricetta originale, ma di certo è buono!

     

     

     

Guarda anche