Questo sito contribuisce alla audience di

Dolci, frutta e dessert

Barbarauno

/5

Acciuleddi

Gli acciuleddi sono delle tipiche treccine dolci che venivano fatte dalle nonne, dalle zie e dalle massaie sarde in generale, durante i giorni a ridosso del Carnevale. Ma la ricetta è talmente buona che ci chiediamo perché bisogna per forza aspettare questi giorni? Be' in effetti trattandosi di fritto non la si può mangiare sempre, ma possiamo dire che ogni tanto un piccolo strappo alla regola ci sta tutto! Quindi se volete preparare qualcosa di sfizioso leggete la nostra ricetta e provate a farle subito! Provate anche la zuppa gallurese per continuare il giro gastronomico della Sardegna!

Acciuleddi

Dosi & Ingredienti

  • Farina 00 500 gr
  • Strutto 100 gr
  • Zucchero 100 gr
  • Uova 1
  • Acqua q.b.
  • Olio di semi per frittura q.b.
  • Per la salsa

  • Miele 300 gr
  • Buccia d'arancia 1
  • Zuccherini colorati facoltativi - q.b.
  • Attrezzature

  • Carta assorbente / Ciotola / Padella

Preparazione

  • 1

    Mettere la farina, lo strutto, lo zucchero e l'uovo in un recipiente. Impastare il tutto.

    Acciuleddi
  • 2

    Aggiungere un po' di acqua fredda per riuscire ad ottenere un impasto compatto.

    Acciuleddi
  • 3

    Formare una palla con l’impasto e riporre a riposare in frigorifero.

    Dopo almeno una mezz’oretta, tirare fuori l'impasto dal frigorifero e staccare dall’impasto delle piccole quantità.
    Stendere ogni pezzo d'impasto con le mani a formare un serpentello sottile e lungo 10/15 cm.

    Acciuleddi
  • 4

    Ripiegare il serpentello di pasta in 2 ed attorcigliare su se stessi.

    Acciuleddi Acciuleddi
  • 5

    Scaldare dell’olio per friggere e, quando è ben caldo, cuocere gli acciuleddi pochi alla volta. Appena messi affondano, poi piano piano risalgono in superficie.

    Acciuleddi
  • 6

    Toglierli dall'olio quando sono ben coloriti.

    Acciuleddi
  • 7

    Una volta fritti tutti gli acciuleddi, mettere il miele in una padella capiente insieme alla buccia di arancia.

    Acciuleddi
  • 8

    Quando si sarà ben scaldato e sciolto, mettere gli acciuleddi e rigirarli bene in modo che si ricoprano bene di miele.

    Acciuleddi
  • 9

    A questo punto gli acciuleddi sono pronti, eventualmente si possono aggiungere le palline di zucchero colorate.

    Acciuleddi
  • 10

    Lasciar freddare e gustare, magari accompagnati da un bicchierino di mirto.

Consiglio

  • Posso prepararli prima?

    Si puoi preparare l'impasto un po' di tempo prima e congelarlo, in modo da averlo già disponibile quando ti servirà.

    Una volta conditi con il miele quanto tempo posso conservare gli acciuleddi?

    Puoi conservarli in una scatola di latta per 4 o 5 giorni. 

    Al posto delle bucce d'arancia, posso utilizzare quelle del limone?

    Sì certo, accertati sempre che sia biologico. 

Ricette su Acciuleddi

Acciuleddi glassati

Acciuleddi glassati

Gli acciuleddi glassati sono una ricetta antica di origine sarda che è stata tramandata da generezioni in generazioni fino ad arrivare ai nostri giorni. Fatta con ingredienti semplici e di uso comune si tratta di un dolcetto fritto che veniva preparato nei giorni di Carnevale, ed in quanto tale, spesso viene decorato con corallini di zucchero colorati! Oggi come oggi l'usanza di farli in giorni specifici si è andata via via consumando, per dar spazio ad un dolce presente tutto l'anno! Ed è per questo che bisogna assolutamente provarli, sono davvero tanto buoni! Seguite il passo passo e se avete dubbi o domande vi invitiamo a lasciarle nel box dei commenti. In Sardegna oltre a questa ci sono tanti piatti meravigliosi, provate anche l'aragosta all'algherese.

Dosi & Ingredienti
  • Dosi per 12 persone
  • Difficoltà media
  • Preparazione 40 min
  • Cottura 50 min
  • Costo basso
  • Reperibilità Alimenti facile
  • Note: + 30 minuti di riposo
  • AGGIUNGI AL TUO RICETTARIO
  • Farina Manitoba 250 gr
  • Farina 00 250 gr
  • Burro morbido 100 gr
  • Zucchero semolato 50 gr
  • Zucchero a velo 50 gr
  • Uova 1
  • Acqua fredda mezzo bicchiere -
  • Miele di acacia 200 gr
  • Arance 1
  • Olio di semi abbondante o strutto -
  • Attrezzature
  • Casseruola / Ciotola / Padella
Preparazione
  • 1

    Quando volete realizzare la ricetta degli acciuleddi glassati per prima cosa in una unite la farina setacciata con il burro morbido tutto lo zucchero e l'uovo.

    Acciuleddi glassati
  • 2

    Unite l'acqua fredda ed impastare prima con una forchetta e poi a mano fino ad amalgamare gli ingredienti (servirà circa mezzo bicchiere di acqua). 

    Acciuleddi glassati
  • 3

    Impastare per 8 minuti in modo che lo zucchero presente nell'impasto si sciolga.

    Acciuleddi glassati
  • 4

    Avvolgete nella pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per 30 minuti.

    Acciuleddi glassati
  • 5

    Prendete l'impasto a piccoli pezzi in modo da formare dei rotolini sottili di circa 12/15 cm di lunghezza e poi proviamo a piegarli in due e ad arrotolarli a spirale.

    Acciuleddi glassati
  • 6

    Trasferite sopra della carta forno.

    Acciuleddi glassati Acciuleddi glassati Acciuleddi glassati
  • 7

    In una casseruola dai bordi alti portate a temperaturo l'olio (oppure lo strutto) e friggere ricordandovi di mantenere la fiamma media.

    Acciuleddi glassati Acciuleddi glassati
  • 8

    Quando avrete fritto tutte le treccine potete procedere a preparare la glassa.

    Acciuleddi glassati
  • 9

    Sbucciare l'arancia prelevando solo la parte più esterna. In una padella dai bordi alti mettete la scorza e il miele e fate scaldare per qualche minuto.

    Acciuleddi glassati
  • 10

    Spegnete il fuoco e mettete gli acciuleddi nella padella, mescolare in modo che i dolcetti si inzuppino bene nel miele. Se volete rendere il poi questa preparazione più colorata aggiungete dei corallini di zucchero.

    Acciuleddi glassati Acciuleddi glassati Acciuleddi glassati
Consiglio
  • Quale olio devo usare?

    Per un fritto sicuro bisogna usare l'olio extravergine, ma di fatto non a tutti piace perché risulta pesante, puoi provare un buon olio di semi. 

    Come mai si può friggere con lo strutto?

    Essendo una ricetta di origine contadina, si deduce come la saggezza popolare non facesse nessun tipo di spreco ed è dal grasso di maiale nascevano le fritture carnevalesce e non!

    È necessario il riposo in frigorifero?

    Sì perché in questo modo il burro riprende la sua consistenza, si tratta infatti di una specie di frolla.

Guarda anche